Archivio News

(luglio 2008)
Pare che nel 1943 il diciassettenne Richard Matheson abbia visto il film Dracula e ne sia rimasto fortemente impressionato. Quello che è certo è che nel 1954 ha pubblicato un romanzo intitolato I'm Legend, in cui rovesciava l'idea di fondo di Dracula: non più un vampiro in un mondo di umani, ma un singolo essere umano in un mondo di vampiri.
Nel 1957 il romanzo di Matheson è stato pubblicato in Italia da Longanesi con il titolo I vampiri, con una illustrazione di copertina che non ci azzeccava per niente. Il diciottenne Corrado Farina, che aveva appena visto il film I vampiri di Riccardo Freda e Mario Bava, lo ha subito letto: ha scoperto con disappunto che era tutt'altra cosa dal film ma ne è rimasto a sua volta fortemente impressionato.
Nel 1964 è stata girata a Roma e dintorni una prima versione cinematografica del romanzo (L'ultimo uomo della terra, con Vincent Price); a Hollywood ne hanno girate una seconda nel 1971 (1975: occhi bianchi sul pianeta Terra, con Charlton Heston) e una terza nel 2007 (Io sono leggenda, con Will Smith). Il romanzo di Matheson è stato ripubblicato altre volte in Italia con il titolo corretto: l'edizione più recente è quella di Fanucci (2007), con una postfazione di Valerio Evangelisti.
Nel 2003 Corrado Farina è tornato intanto a uno dei suoi imprinting giovanili scrivendo il romanzo Politicamente scorretto, che con Io sono leggenda ha più di un debito di riconoscenza. Vi si narra infatti di uno scrittore "di genere" che pubblica a puntate su un settimanale un racconto chiaramente ispirato a quello di Matheson, sostituendo però i vampiri con gli omosessuali: e la cronaca delle reazioni provocate dalla sua storia procede di pari passo con le avventure del protagonista John W. Taylor, ultimo eterosessuale rimasto sulla faccia della Terra.
Il romanzo, proposto a una dozzina di case editrici, ha ottenuto solo cortesi rifiuti, quando non un fragoroso silenzio. Solo nel 2007 ha suscitato l'interesse di una giovane e bellicosa casa editrice, e Corrado Farina lo ha sottoposto a una radicale revisione, modificando anche il titolo. Nel 2008, finalmente, L'invasione degli ultragay arriva in libreria (www.zero91.com).

(giugno 2008)
La leggenda è che nel 1943 il diciassettenne Richard Matheson abbia visto il film Dracula (ma quale? Quello di Browning o uno dei molti succedanei degli anni Quaranta?) e ne sia rimasto fortemente impressionato.

Il primo dato di fatto è che nel 1954 Matheson pubblica un romanzo intitolato I'm Legend, in cui rovescia l'idea di fondo di Dracula: non più un vampiro in un mondo di umani, ma un singolo essere umano in un mondo di vampiri.

Nel 1957 il romanzo di Matheson viene pubblicato in Italia da Longanesi con il titolo I vampiri, in una collana chiamata "Suspense! I libri che scottano" (sic!) e con una illustrazione di copertina che non ci azzecca per niente. Sempre nel 1957, il diciottenne Corrado Farina vede il film I vampiri, di Riccardo Freda e Mario Bava, e ne rimane a sua volta fortemente impressionato. Acquista il libro di Matheson, scopre che non ha nulla a che fare con il film ma ne rimane lo stesso fortemente impressionato.

Nel 1964 il regista Ubaldo Ragona gira a Roma e dintorni una prima versione cinematografica del romanzo di Matheson intitolata L'ultimo uomo della terra, interpretata da Vincent Price; e nel 1971 il regista Boris Sagal ne gira a Hollywood una seconda versione, intitolata The Omega Man (in Italia: 1975: occhi bianchi sul pianeta Terra), interpretata da Charlton Heston.

Nel 1989 il romanzo di Matheson viene pubblicato in Italia nella collana "Urania Classici" con il titolo I vampiri; e nel 1996 ripubblicato nella collana "Urania" con il titolo Io sono leggenda.

Nel 2003 Corrado Farina scrive un romanzo intitolato Politicamente scorretto, che prende le mosse da una storia di zombie dichiaratamente ispirata a quella di Matheson per poi risvoltare in chiave grottesca e in direzione politico-sociale. Il romanzo, proposto a una dozzina di case editrici, suscita qualche cortese rifiuto quando non un fragoroso silenzio.

Nel 2007 Politicamente scorretto suscita l'interesse di un piccolo editore e Corrado Farina lo sottopone a una radicale revisione. Sempre nel 2007 il libro di Matheson viene ripubblicato in Italia da Fanucci con il titolo Io sono leggenda e una postfazione di Valerio Evangelisti, e il regista Francis Lawrence ne gira a Hollywood una terza versione cinematografica intitolata I'm Legend, interpretata da Will Smith.

Nel 2008 esce in Italia il film Io sono leggenda.
Sempre nel 2008, se tutto va come deve andare, Politicamente scorretto dovrebbe essere pubblicato (con altro titolo) da una giovane e bellicosa casa editrice di cui per ora si tace il nome.

(maggio 2008)
Venerdì 23 maggio alle ore 18,30, alle "Serre" di Grugliasco (TO), si terrà un "reading" di alcuni passi dei romanzi Dissolvenza incrociata e Il cielo sopra Torino. A leggere non sarà l'autore (che pure sarà presente) ma attori professionisti.
E' appena il caso di ricordare che le "Serre" sono l'attuale denominazione dell'antica Photodrama, storico teatro di posa cinematografico degli anni Venti, in cui sono ambientati in gran parte i due romanzi, poiché ci vive la giovane Scarlet Allara, protagonista assoluta del primo e deuteragonista del secondo.
Per chi non li ha letti (ma anche per chi li ha letti), è un'occasione irripetibile per ascoltarne alcune pagine sul luogo stesso in cui si svolgono, e per vedere un posto che vale assolutamente la pena di vedere.

(dicembre 2007)


Esce prima della fine dell'anno, per Riccadonna Editori di Torino, un'antologia curata da Vittorio Marchis e intitolata "Bestiario 2.0 - Un caravanserraglio", che fa il verso agli antichi bestiari medievali aggiornandoli ai tempi in cui stiamo vivendo.
Di questa raccolta fa parte un mio breve racconto intitolato "IL CINGHIACITORIO", dedicato a una razza animale semiselvaggia e pressoché sconosciuta che si annida nel pieno centro di Roma, nei pressi di un monte anticamente chiamato Citorio...

(dicembre 2007)
Al Palazzo Roccabruna di Trento prosegue fino al 6 gennaio la mostra "Cinema... Cin Cin!", con manifesti, bozzetti originali e costumi di scena di film legati allo spumante e allo champagne.

Il film di montaggio che ho realizzato per questa occasione è costituito da brevi sequenze di film legate fra loro in modo da creare una logica di continuità, sulla base di considerazioni già teorizzate e sperimentate in passato (che volendo si possono rileggere qui, seguite da un frammento di sceneggiatura desunta a posteriori).
Introdotto dall'Amedeo Nazzari de La cena delle beffe ("...e chi non beve con me, peste lo colga!"), il film incomincia con la caduta del proibizionismo (Gli intoccabili e C'era una volta in America) e si conclude con un brindisi "... a quello che saremo!" (Fandango).

(giugno 2007)
Per chi non è venuto alla presentazione di Roma del 5 marzo, o per chi ci è venuto ma gli va di sentirne ancora parlare...
... giovedì 19 luglio alle ore 20,30 si ri-parla de "Il cielo sopra Torino" (e degli altri libri "gialli" di Corrado Farina) al Belvedere Antonio Cederna. Vi si accede da via Clivio di Acilio (tra piazza del Colosseo e via dei Fori Imperiali). Presenta il critico cinematografico Ernesto G. Laura, l'attore Roberto O. Rizzi legge alcuni passi del libro, l'autore si aggira nei pressi.
La serata fa parte della rassegna "Cinema al Belvedere - Provaci ancopra Humphrey", che a sua volta fa parte delle iniziative dell'Estate Romana ed è dedicata a cinema e letteratura polizieschi. La presentazione sarà seguita dalla proiezione di un film. "Giallo", naturalmente.

(marzo 2007)
Copertina BlueCopertina Il falcone maltese Sugli ultimi numeri delle riviste "Blue" e "Il Falcone Maltese", attualmente in edicola, ci sono due interviste dedicate rispettivamente all'erotismo e al romanzo Il cielo sopra Torino. Le due interviste verranno prossimamente messe on line, ripristinando nella sua interezza la seconda, che la rivista ha pubblicato in una edizione talmente accorciata da trasformarla in una specie di "Dialogo tra una intervistatrice frettolosa e un intervistato analfabeta").

(febbraio 2007)
La presentazione del libro a Roma avverrà il 5 marzo alle ore 18 presso la sede dell'associazione "Piemontesi a Roma" (via Aldrovandi 16). Presentano il sen. Valerio Zanone, Ernesto G. Laura (critico cinematografico e docente di storia del cinema) e Ermanno Taviani (ricercatore e docente di storia).
A Milano la presentazione sarà alla libreria Sherlockiana (via Peschiera 1) il 10 marzo alle ore 12, con Antonio Lubrano e Steve Della Casa.
Nel frattempo, chi non lo trovasse in libreria può ordinarlo direttamente all'editore oppure acquistarlo su Internetbookshop.

(ottobre 2006)
Martedì 28 novembre alle ore 21, alla libreria Fogola di piazza Carlo Felice 19, a Torino, Vittorio Marchis, Alberto Mittone e Giovanni Zanetti parlano del romanzo in compagnia dell'autore.

GENESI DI UN ROMANZO

Come la maggior parte dei miei libri precedenti, anche questo si basa su un elemento reale, che qui si tace perché (anche se anomalo) si tratta pur sempre di un "giallo", e spoilerare un "giallo" non è cosa buona nè giusta. Il nucleo centrale della storia, peraltro, è già apparso in forma molto più schematica in Mezzasega, un racconto scritto un paio d'anni fa per una antologia di giovani autori torinesi intitolata Torinoir e pubblicata nella primavera del 2006 da "Il Foglio Letterario" di Piombino. A racconto finito lo spunto non ha voluto saperne di essere abbandonato e ha continuato a lievitare nella mente, finendo per passare dalle trenta pagine iniziali alle circa duecentotrenta di oggi.

A VOLTE RITORNANO

A differenza della maggior parte degli altri scrittori di "gialli", che una volta creato un personaggio non lo abbandonano più, in ogni mio libro cerco di trovare dei protagonisti diversi. Ma nella maggior parte dei casi c'è un protagonista fisso ed è la città di Torino, rivisitata in momenti diversi del secolo da poco concluso. E poiché, come è scritto da qualche parte, i destini delle persone non di rado si incrociano, anche all'insaputa dei diretti interessati, accade che in qualche romanzo ricompaiano personaggi già apparsi in precedenza in altri libri, altre epoche e naturalmente con altra età.

Così ad esempio Scarlet, la cuginetta del protagonista, tra il '44 e il '45 prenderà parte alla Resistenza (in circostanze che almeno per ora sono sconosciute anche a me) e alla fine degli anni Cinquanta, quasi trentenne, diventerà la protagonista di Dissolvenza incrociata. Sempre da Dissolvenza incrociata viene il vice-commissario Olivieri, che a quel punto sarà diventato commissario e indagherà sulla morte di un attore cinematografico ucciso da un colpo di pistola durante le riprese di un film di cappa e spada. Mentre il commissario Catalano, che appare nella parte finale, alla metà degli anni Ottanta aiuterà Carola Fontanesi a chiarire il mistero delle morti legate all'incendio del vecchio cinema Corso (Un posto al buio).

(aprile 2006)
TORINOIR è una antologia di racconti gialli, tutti ambientati a Torino e scritti da autori torinesi, pubblicata dalle edizioni "Il Foglio" di Piombino. Il libro ha una prefazione di Dardano Sacchetti e otto racconti di Beccacini, Castellaro, Di Francesco, Farina, Malabaila, Marangoni, Pizzolitto e Serra. Verrà presentato probabilmente nel prossimo Salone del Libro di Torino, ma la reperibilità in libreria sarà come sempre difficoltosa. Le strade più sicure per trovarlo saranno l'acquisto tramite Internet Bookshop o l'ordine diretto all'editore (www.ilfoglioletterario.it - per informazioni: ilfoglio@infol.it)

Copertina

Dell'antologia fa parte il racconto "Mezzasega", che si svolge alla fine degli anni Trenta e si conclude nei giorni in cui Mussolini annuncia l'entrata in guerra dell'Italia.

***

Curiosamente, a racconto finito, la materia narrata ha continuato a lievitare e adesso sta diventando un nuovo romanzo, arricchito di "flashback" e di avvenimenti successivi fino a coprire gran parte della storia del Novecento italiano. Il romanzo apparirà probabilmente entro la fine dell'anno nella collana dei "gialli di Fogola": la stessa in cui sono già apparsi Giallo antico (di cui l'editore sta preparando la terza edizione) e Dissolvenza incrociata (di cui il nuovo libro riprende alcuni personaggi). (marzo 2006)
Il 30 marzo, alla Sala Trevi di Roma, all'interno della rassegna Schermi in fiamme: il cinema della contestazione. 1967-1972, doppio appuntamento:
- alle ore 19.00, proiezione della copia della Cineteca Nazionale di Hanno cambiato faccia;
- alle ore 20.30, tavola rotonda moderata da Piero Spila con ospiti: Sergio Bazzini, Corrado Farina, Roberto Perpignani, Maurizio Ponzi, Francesco Scardamaglia e Piero Schivazappa.

***

Dal 27 febbraio al 20 marzo, al Museo del Cinema di Torino, sarà ancora proiettato, in alternanza con altri programmi, il film di montaggio Motore!..., sponsorizzato dalla Fiat e realizzato inseme a Alberto Farina. Dura circa 20 minuti, e alterna immagini dell'Archivio Storico Fiat con sequenze di film in qualche modo legate alle automobili e agli sport invernali.

***

In primavera dovrebbe arrivare in libreria, per le edizioni "Il Foglio" di Piombino, una antologia di racconti gialli ambientati a Torino e scritti da autori torinesi intitolata "Torinonoir". Dell'antologia fa parte il racconto "Mezzasega", che si svolge nei giorni in cui Mussolini annuncia l'entrata in guerra dell'Italia. Prima della fine dell'anno, il racconto potrebbe anche diventare un nuovo romanzo per la collana dei "gialli di Fogola": quella stessa in cui sono già apparsi Giallo antico (la cui seconda edizione è in via di esaurimento) e Dissolvenza incrociata.

(febbraio 2006)
Dal 3 al 26 febbraio, in coincidenza con le Olimpiadi Invernali, al Museo del Cinema di Torino sarà proiettato in permanenza (sui due schermi appesi al soffitto della cupola grande della Mole Antonelliana) il film di montaggio "Motore!...", sponsorizzato dalla Fiat e realizzato inseme a Alberto Farina. Dura circa 20 minuti, e alterna immagini dell'Archivio Storico Fiat con sequenze di film in qualche modo legate alle automobili e agli sport invernali.

Un esempio fra i tanti: una vettura Fiat impegnata in un rally Parigi-Salonicco all'inizio del secolo incontra Charlot fra le nevi del Grande Nord, Gregory Peck e Ingrid Bergman a Sestrière, Paul Newman e Ryan O' Neal che giocano a hockey e i cavalieri teutonici che alla fine sprofondano nel ghiaccio. Ma non mancano Tarzan, Indiana Jones, i Blues Brothers e i più grandi interpreti di "musical" di tutti i tempi.

Dal 27 febbraio al 20 marzo il film sarà ancora proiettato, ma in alternanza con altri programmi.

(novembre 2005)

Per chi si è perso i passaggi di settembre e ottobre, c'è ancora un'ultima occasione di vedere Hanno cambiato faccia su RaisatCinema World nella rassegna Viaggio in Italia - Il Cinema col Doppio Audio. Il film sarà infatti replicato un'ultima volta il 1 dicembre alle 23:30. (ottobre 2005)
"HANNO CAMBIATO FACCIA" IN TV E IN SALA
A distanza di anni dall'ultima apparizione televisiva, Hanno cambiato faccia viene proposto dal palinsesto di RaisatCinema World all'interno della rassegna Viaggio in Italia - Il Cinema col Doppio Audio. Il film viene trasmesso simultaneamente con due tracce audio alternative: una con il sonoro originale (musica, effetti sonori e dialogo) e l'altra con un commento del regista che copre tutta la durata del film.
RaisatCinema World fa parte del bouquet cinema di SKY. Per vederla sono quindi necessarie parabola, decoder e abbonamento. Tutte le informazioni sulla programmazione sono disponibili sul sito del canale.

Hanno cambiato faccia sarà trasmesso da RaisatCinema World il 21 settembre (alle ore 19.00) e il 22 settembre (alle 10.00) e poi ancora il 15 ottobre (alle 23.30) e il 27 ottobre (alle 02.45). Per ascoltare il commento occorre cambiare il canale audio con il telecomando del proprio decoder, passando sulla pista riservata all'inglese.

Per chi volesse vedere il film in sala, si segnala infine che dal 4 al 9 ottobre, sia Hanno cambiato faccia che Baba Yaga verranno proiettati - in copie su pellicola - al Ravenna Nightmare Film Festival. Ecco le date esatte delle proiezioni. Hanno cambiato faccia: giovedì 6 ottobre alle 22.30; Baba Yaga: venerdì 7 ottobre alle 16.00. Per maggiori informazioni, scrivete a info@ravennanightmare.com, o visitate il sito http://www.ravennanightmare.com.

(aprile 2005)
LO "SCANDALO" DI VERONA
(a margine della rassegna "Ti voglio tanto male", a cura di Piera Detassis, Marco Giovannini e Mario Sesti, all'interno del Festival "Schermi d'amore")

Domenica 17 aprile 2005, pagine locali del "Corriere della Sera".

1) Titolo (su 5 colonne):
"Cinema sadomaso, offesa alla città di Giulietta"
Nel testo: "(...) L'amore tra marito e moglie, tra genitori e figli - osserva Marco Gruberio, consigliere comunale di Forza Italia - può diventare sublime, da celebrare in modo più degno che non come ha ritenuto di fare il cattolico sindaco Zanotto promuovendo e finanziando una rassegna di film che celebrano la perversione sadomasochista..." (...) Gruberio ha accusato Zanotto di concedere la Gran Guardia per convegni "sconci" e ha chiesto sostegno alla città (...) "Si dovrebbe essere più afferenti all'aurea che la nostra città ispira - commenta Giulio Tamassia, presidente del Club di Giulietta" (...) Gruberio non sente ragioni: "Chiedo l'immediata soppressione dei film di dubbio contenuto - dice - ad iniziare da quello in programma lunedì 18 aprile". Da cancellare, secondo il consigliere, Baba Yaga di Corrado Farina, terza pellicola della sezione aperta ieri con Secretary e in programma anche oggi con Sadismo..."

2) Titolo:
"Manette, fruste e romanticismo" (Isabella Bossi Fedrigotti).
Nel testo ": (...) Giulietta e Romeo si rigirerebbero nella tomba (...) Non saranno certo alcuni branetti scacciapensieri a oscurare la massa di fruste, flagelli, manette, maschere di cuoio, stivali e stivaletti in arrivo su questi schermi (...) Non si sa bene se vero motore della protesta contro l'SM sia la pubblica decenza oppure l'anima turistica dei veronesi che vedendo sbeffeggiata l'antica vocazione della città per l'amore romantico giustamente temono una flessione del numero dei visitatori..."

Ely Galleani in una scena di Baba Yaga Lunedi 18 aprile, pagine nazionali del "Corriere della Sera"

Titolo:
"Film sadomaso, caso politico a Verona - Rassegna finanziata dal Comune, imbarazzi nel centrosinistra" (Maurizio Porro).

Nel testo:
"... destra e sinistra hanno finalmente trovato in Losey (Il servo), Almodòvar (Légami) e Clouzot (La prigioniera) un bel nemico comune. Non solo: poiché il settimanale della Diocesi "Verona fedele" ha parlato della manifestazione, gli integralisti cattolici annunciano strali contro la Curia... Il sindaco Paolo Zanotto, imbarazzato, non è intervenuto all'apertura del festival... Nelle strade si dice che Giulietta e Romeo si rivoltano nella tomba, ma non sarà che anche certa politica ha tentazioni masochiste? (...) Oggi si proietta Baba Yaga di Corrado Farina, del '73, con fumetti di Crepax, titolo atteso per cui moltissimi politici locali hanno chiesto l'invito per controllare il grado di scabrosità ma si sentono offesi in anticipo..."

Martedi 19 aprile, pagine locali del "Corriere della sera"

Titolo (a piena pagina, tutta dedicata alla polemica):
"Cinema sadomaso, interviene la Regione".
Sottotitoli e titoli dei vari articoli:
"Gli integralisti: Zanotto dimostri di essere cattolico"
"An: La giunta ha tradito la propria maggioranza cattolica"
"Don Bruno Fasani: Non si usi la Chiesa per una guerra fra partiti"
"Il regista: Fa più scandalo la violenza dei TG"
"Il pubblico: Tanto rumore per quattro fruste" .
Nel testo:
" (...) In un clima rovente di scontro politico e di culture, il contestato Baba Yaga è arrivato in città tra gli strali degli integralisti cattolici e di consiglieri comunali di centrodestra e centrosinistra (...)"

Martedi 19 aprile, "L'Arena":

Titoli di due articoli:
"Una polemica ingiustificata - Registi, critici ed esperti replicano alle proteste contro la sezione sadomaso del festival cinematografico"
"Ma lo scontro continua: "Bisogna cambiare la testa ai veronesi".

Giovedi 21 aprile, "L'Arena":

Titolo:
"Le immagini dell'amore che 'sconfina' - Realizzate con eleganza da grandi registi e commentate da critici e studiosi - Molta gente interessata o curiosa al convegno (...) in un clima di serenità lontano da ogni polemica (sopratitolo)".
Nel testo:
"A inaugurare il convegno è stato l'Assessore allo Spettacolo Luciano Guerrini che si è detto dispiaciuto di aver perso la proiezione del film Baba Yaga di Corrado Farina, al centro in questi giorni di contestazioni e critiche, dando il chiaro segnale di come l'Amministrazione comunale comprenda l'alto livello culturale e artistico dei lavori coinvolti nella sezione".

Il calzolaio(18 aprile 2005)
A Verona:
Lunedì 18 Aprile, alle ore 18.00, il romanzo Il calzolaio e il film Baba Yaga verranno presentati presso lo spazio forum della FNAC, in Via Cappello 34. Sarà presente Luisa Crepax.
Lo stesso giorno, alle ore 20.00, nel corso della rassegna "Schermi d'Amore" del Verona Film Festival, verrà proiettato Baba Yaga preceduto dal documentario Freud a fumetti. La proiezione avverrà al cinema Filarmonico, Via Roma 3.

Per informazioni e conferme:
"Schermi d'Amore" - Verona Film Festival
Corso Porta Borsari, 17
37121 Verona, Italy
Tel. +39 0458005348
Fax +39 045593762
web site: www.schermidamore.it

(10 aprile 2005)
A Piombino:
Domenica 10 aprile alle ore 15.00, nella Saletta del Quartiere Città Vecchia in Via Benevenuto Cellini, per iniziativa dell'Associazione Culturale "Il Foglio Letterario", verrà consegnato a Corrado Farina il Premio Cappelletti "alla carriera cinematografica e letteraria", e presentato il romanzo Il calzolaio.
Per informazioni e conferme:
ilfoglio@infol.it
web site: www.ilfoglioletterario.it

(25 gennaio 2005, ore 18.00)
Teatrino Civico di Chivasso (TO) - Piazza C.A. Della Chiesa 7
All'interno della rassegna "Colpi di scena", una serie di iniziative teatrali e culturali organizzate da Riccardo Torchio per il Gruppo Culturale San Marco, si svolgerà un

INCONTRO con CORRADO FARINA
Presenta e Modera il Prof. FABRIZIO SPEGIS

All'interno del tema CINEMA E LETTERATURA IN PIEMONTE, l'autore torinese parlerà dei suoi film, dei suoi romanzi e delle analogie e differenze che intercorrono fra le due forme espressive.

(settembre 2004): Dopo le anteprime di maggio a "Hollywood Party" e al Salone del Libro di Torino, "Il calzolaio" verrà presentato...
A ROMA
alla libreria Montecitorio, piazza Montecitorio 59 (tel. 06-6781103), alle ore 18 di mercoledì 20 ottobre, da Giampiero Mughini e Luca Ajroldi.
A TORINO
alla libreria Fogola - Dante Alighieri, piazza Carlo Felice 19 (tel. 011-535897), alle ore 21 di giovedì 11 novembre, da Bruno Gambarotta e Alberto Mittone.
A MILANO
alla Sherlockiana - Libreria del Giallo, via Peschiera 1 (tel. 02-36503460), alle ore 12 di sabato 13 novembre, da Sergio Bonelli e Andrea G. Pinketts.
Chi avesse scarpe da riparare le può portare, ma forse sarebbe meglio che prima leggesse il libro...

(giugno 2004):Si chiamava Terra
"SI CHIAMAVA TERRA" A FUMETTI

Il grafico pubblicitario e autore di fumetti Filippo Delle Monache sta lavorando da qualche tempo a una versione a fumetti del film "Si chiamava Terra", che ha visto in occasione del "passaggio" su Shortvillage Magazine il 5 dicembre 2002. La gestazione del fumetto procede lentamente - a causa di altri impegni più remunerativi - ma inesorabilmente. Nell'attesa, eccone qua sopra una tavola in anteprima. Potete scrivere a Delle Monache al seguente indirizzo:
f_dellemonache@libero.it

(13 maggio 2003): Ripetutamente annunciato, il DVD americano di Baba Yaga è finalmente in arrivo. L'edizione è in Region 0 (è leggibile cioè indifferentemente da lettori americani ed europei): non ha la colonna sonora italiana, ma compensa questa mancanza con un cospicuo apparato di extra: fra le altre cose, tutta la sequenza iniziale dell'happening nel cimitero (in cui appare anche Franco Battiato), montata nella prima versione e poi soppressa in quella definitiva; le due inquadrature tagliate dalla censura con i nudi integrali di Isabelle De Funès e di Carroll Baker; il cortometraggio Freud a fumetti (1970), dedicato a Guido Crepax; e - naturalmente - una lunga intervista video con il regista. La copertina è quella che vedete qui sotto. L'editore è Blue Underground.

(25 ottobre 2003) LIBRINTESTA

Sabato 25 ottobre 2003 alle ore 21, all'Antica Libreria Croce (corso Vittorio Emanuele 158, Roma) si terrà un incontro del gruppo "I librintesta" dedicato a Dissolvenza incrociata e agli altri romanzi di Corrado Farina connessi con il mondo del cinema. Nel corso dell'incontro, che avrà per titolo "Cinema e parole", Farina leggerà brevi passi dei suoi romanzi e i componenti del gruppo altri testi di altri registi cinematografici.

(11 marzo 2003) PRESENTAZIONE ROMANA DI "DISSOLVENZA INCROCIATA"
L'11 marzo, alla libreria Montecitorio di Roma, è stato presentato il romanzo "Dissolvenza incrociata".
(GREGORETTI)
E' forse la prima volta che mi accade di presentare un libro che mi sia veramente piaciuto, che non mi abbia mai annoiato ma anzi divertito, interessato, intrigato dal principio alla fine come questo "Dissolvenza incrociata"... >>>>
(MOSCATI)
Bene, siamo stati fortunati perché Ugo Gregoretti non ha soltanto fatto una recensione - come si dice in questi casi - di un libro, un semplice intervento di lettore attento di questo volume che si chiama "Dissolvenza incrociata": ci è andato proprio dentro, e ci è andato dentro come sanno fare quelle persone che si appassionano alla lettura e ci riescono anche a leggere dei fatti che li riguardano personalmente... >>>>

(27 gennaio 2003) LA SPOSA INFEDELE (1965) in tv
Dopo "Povera Italia" e "Si chiamava Terra", Short Village Magazine trasmette "La sposa infedele". Il film sarà programmato il prossimo 30 gennaio nello "spazio Fedic" della trasmissione. "Shortvillage Magazine" va in onda ogni giovedì sera alle 23 (e in replica il sabato successivo alle 24.00 e la domenica alle 19.00) sul canale satellitare Coming Soon.

(20 Dicembre 2002) POVERA ITALIA (1965) in tv
Dopo "L'ultima estate", e "Si chiamava Terra", Short Village Magazine trasmette "Povera italia". Il film sarà programmato il prossimo 26 dicembre nello "spazio Fedic" della trasmissione. "Shortvillage Magazine" va in onda ogni giovedì sera alle 23 (e in replica il sabato successivo alle 24.00 e la domenica alle 19.00) sul canale satellitare Coming Soon.

(5 Dicembre 2002) SI CHIAMAVA TERRA (1963) in tv
A qualche settimana da "L'ultima estate", Short Village Magazine trasmette il film di fantascienza "Si chiamava Terra". Il film sarà programmato il prossimo 5 dicembre nello "spazio Fedic" della trasmissione. "Shortvillage Magazine" va in onda ogni giovedì sera alle 23 (e in replica il sabato alle 24.00 e la domenica alle 19.00) sul canale satellitare Coming Soon.

(2 Novembre 2002) DISSOLVENZA INCROCIATA
E' il titolo definitivo del nuovo romanzo, ancora una volta ambientato a Torino e più che mai imperniato sul mondo del cinema. Si completa così la trilogia iniziata con "Un posto al buio" e proseguita con "Giallo antico". La presentazione in anteprima avverrà nei giorni 13 e 14 novembre, nell'ambito del Torino Film Festival, e più precisamente:

- il 13, alle ore 16, in piazza CLN, nell'apposito "spazio libri" - presenta Lorenzo Ventavoli;
- il 14, alla stessa ora, al Multiplex del Lingotto, dove si svolgono quest'anno le proiezioni del Festival - presentano Stefano Della Casa e Giovanni Zanetti.

In questa seconda sede, la presentazione sarà accompagnata dalla videoproiezione de Il gioco del giallo, un servizio televisivo realizzato anni fa con la partecipazione di Milva, Carlo Fruttero e Franco Lucentini: un'occasione per ricordare quest'ultimo a pochi mesi dalla sua scomparsa.

Contemporaneamente alla pubblicazione del nuovo romanzo, Fògola ristampa finalmente "Giallo antico", da tempo esaurito.

I giorni e le ore indicate possono anche subire variazioni: si consiglia di verificarle all'ultimo momento sul programma del Festival (www.torinofilmfest.org).

Intanto, il racconto "I duellanti" è stato segnalato con menzione speciale al premio "Io libro 2002", delle Edizioni dell'Altana di Roma.

(2 Ottobre 2002) DISSOLVENZA INCROCIATA A TORINO, SESSO A ROMA
Con un definitivo cambio di titolo, l'annunciato "Luce a cavallo" è divenuto "Dissolvenza incrociata". Confermata invece l'uscita a Novembre presso Fogola Editore. Il libro sarà presentato in anteprima all'interno del Festival di Torino, ma non è ancora stato reso noto se l'evento si terrà al Lingotto oppure nello Spazio Libri di Piazza CLN.
A Roma, invece, "Storia di sesso e di fumetto" sarà presentato al pubblico di Romics, la manifestazione fumettistica attualmente in corso alla Fiera di Roma, il 3 ottobre 2002 alle ore 11.00.

(Settembre 2002)IL NUOVO ROMANZO DI CORRADO FARINA...
...uscirà nel mese di Novembre da Fogola Editore. Già annunciato come "Dissolvenza a nero", sarà invece intitolato "Luce a cavallo".

La "luce a cavallo", nel gergo del cinema, è quella del crepuscolo, in bilico fra il giorno e la notte. Ma può anche indicare la situazione di qualcuno che è in bilico fra la vita e la morte, come il celebre attore americano Robert Douglas, venuto in Italia alla fine degli anni Cinquanta per interpretare la parte di un intrepido spadaccino in un film di cappa e spada, e subito rimasto vittima di un incidente sul set che presenta aspetti assai poco chiari. O almeno, questo è ciò che pensa Scarlet, una grintosa ragazza dagli occhi verdi e dai capelli rossi... (dal risvolto di copertina)

Ambientato a Torino, il libro completa la trilogia iniziata con Un posto al buio e proseguita con Giallo antico. Contestualmente, l'editore ha promesso di ristampare anche "Giallo antico", da tempo esaurito. L'incipit del romanzo sarà presto disponibile in anteprima per i visitatori diquesto sito.

(Luglio 2002) "BABA YAGA" ARRIVA IN DVD
Dopo l'annunciata e mai realizzata versione Redemption, il film è stato finalmente acquistato dall'americana "Anchor Bay" per la pubblicazione in DVD. Il film è stato masterizzato dal negativo originale, in perfetto stato. Il disco conterrà un ricco apparato di extra ancora in fase di elaborazione. Certo è che ci sarà una featurette (basata su una lunga ed esauriente intervista con l'autore) e soprattutto le introvabili scene tagliate all'epoca: sia i tagli di censura (brevi frammenti con i nudi integrali delle protagoniste Carrol Baker e Isabelle De Funés) che le scene non reintegrate dopo il massacro del film perpetrato dal produttore. In particolare, si potrà finalmente vedere nella sua completezza la scena dell'happening iniziale nel cimitero, nella quale appare anche Franco Battiato nel ruolo di un santone vestito di bianco. E' probabile che il disco conterrà anche il documentario "Freud a fumetti" (1970; cfr. "Documentari"). La data prevista per l'uscita del DVD (probabilmente region 1) è marzo 2003.

(Giugno 2002) Riscoperte
Nel numero 25 del settimanale "Film TV", in edicola da oggi, compare un articolo dal titolo "Un pop artista un pop no" che, partendo dal "Diabolik" di Mario Bava, include in un percorso di riscoperta anche "Baba Yaga". (18 giugno 2002, segnalato da Francesco Rosano)

(Giugno 2002) Corrado Farina e il tempo
Nel numero 108 (giugno 2002) del mensile "L'Orologio", per la serie "Diverse visioni del tempo", compare un'intervista di quattro pagine a Corrado Farina sul tema del tempo. L'autore dell'articolo è Maurizio Favot. Il sito dell'Orologio è www.argoeditore.net.




webmaster: alberto e flavia farina | COPYRIGHT 2002-2005 corradofarina