Lo scrittore

Soggettista e sceneggiatore di quasi tutti i suoi film e documentari, e autore di qualche centinaio di articoli e saggi sui suoi argomenti favoriti (cinema, fumetti, libri illustrati, pubblicità, comunicazione in genere), Corrado Farina è da qualche anno molto attivo anche come autore di romanzi.

Da questa pagina si può accedere:

ROMANZI

Vita segreta di Emilio Salgari (Daniela Piazza Editore, 2015)

La figlia dell'istante Uno scrittore amato da intere generazioni di ragazzi racconta in prima persona la propria vita. Tutte le date, i nomi e le vicende, che studiosi italiani e stranieri hanno ricostruito con puntiglio da almeno mezzo secolo in qua, sono rigorosamente vere; in particolare, le lettere del Capitano sono trascritte, parola per parola, da quelle originali. Questa è la vita di Salgari che molti conoscono già. Ma ce n'è una seconda, nascosta, "segreta" appunto, che solo lui poteva narrare: lui, che se l'era creata per dipingere a colori vivaci una esistenza un po' grigia di piccolo borghese amanuense. In questa seconda vita, i suoi personaggi escono dalle pagine scritte e gli vengono incontro, a Verona, a Torino, a Genova, dandogli consigli, spronandolo, tirandogli le orecchie quando è il caso, in un continuo trascorrere dalla realtà al sogno e dal sogno alla realtà.


L'incipit: "- Mi chiamo Emilio Salgari, sono nato a Verona nel 1862 e mi sono dato la morte con le mie stesse mani a Torino nell'aprile del 1911..."
Richiedilo all'editore

La figlia dell'istante (Fògola, 2010)

La figlia dell'istante Il gioco del giallo è un servizio televisivo realizzato per la Rai nel 1980 insieme a Carlo Fruttero e Franco Lucentini, nel corso del quale i due scrittori improvvisavano "in diretta" le basi di un nuovo romanzo a quattro mani, da intitolarsi La figlia dell'istante. La sceneggiatura di quel servizio si puó trovare su questo sito al link di cui sopra, ma la storia non finisce lì, perché trent'anni dopo l'autore ne ha ricavato un romanzo che rielabora il canovaccio di F&L contaminandolo con i repertori noir dei romanzi d'appendice della fine dell'Ottocento. Ne sono usciti 45 brevi capitoli (che sarebbe più giusto definire "puntate") di una cavalcata ironica ma agghiacciante lungo un secolo di storia non solo torinese, fra delitti, ricatti, agnizioni, passaggi segreti e sepolti vivi.


L'incipit: "- Chi è là? - gridò l'uomo dai capelli bianchi, fermando il passo e scrutando le tenebre...."
Le recensioni
Acquistalo su Amazon
Acquistalo su Ibs


L'invasione degli ultragay (Zero91, 2008)

L'invasione degli ultragay Corradino Piersanti è uno scrittore che sembra destinato a pubblicare solo romanzi fantasy e splatter: ma ecco che la sua ultima opera, L'invasione degli ultrazombi, si trasforma nell'occasione per affrontare un tema scottante e politicamente scorretto. Con una piccola modifica al titolo, il suo protagonista, John W. Taylor, diventa l'ultimo eterosessuale esistente in un mondo dominato dai gay, quindi un "diverso", un mostro, da distruggere o da ricondizionare; e la pubblicazione della storia non manca di suscitare un crescendo di polemiche che arrivano a coinvolgere i media, le istituzioni e la stessa vita privata dell'autore.
Come il film Hanno cambiato faccia traeva spunto da una frase di Herbert Marcuse, L'invasione degli ultragay parte da una frase di Richard Matheson: "La normalità si basa su un concetto di maggioranza, su ciò che vale per molti individui e non per uno solo".

L'incipit: "Mi chiamo Corradino Piersanti e sono uno scrittore..."
Le recensioni
Acquistalo su Amazon

Il cielo sopra Torino (Fògola, 2006)

Il cielo sopra Torino Il 10 giugno 1940, Benito Mussolini comunica agli italiani che la dichiarazione di guerra è già stata consegnata agli ambasciatori di Gran Bretagna e di Francia. Anche nel cielo sopra Torino si addensano nuvole che non portano pioggia ma lutti e rovine. Il destino di tre ragazzi di vent'anni ne viene condizionato e sconvolto. E il mistero che avvolge la morte di uno di loro verrà chiarito solo sessant'anni dopo, alle soglie del nuovo millenio: quando ormai il ricordo di ciò che successe allora sopravvive solo nella memoria incerta dei vecchi.

L'incipit: "C'era qualcosa di artefatto e sghembo, quella sera..."
La copertina
Le recensioni
Acquistalo su Internet Bookshop

Il calzolaio (Marco Valerio, 2004)

Martina, giovane signora borghese da poco trasferita in un quartiere molto esclusivo, porta ad aggiustare un paio di scarpe in una bottega della zona: una decisione banale, ma da cui nasce una strana situazione. Il padrone della bottega, infatti, non solo trova una serie di scuse per non restituire le calzature, ma avvolge la giovane donna in una spirale di allusioni e ricatti, attirandola a poco a poco in un incubo a occhi aperti, in cui l'intero quartiere assume contorni sfuggenti...

L'incipit: "Il caldo è sbottato anzitempo, cogliendo di sorpresa un po' tutti...."
L'indice
Le recensioni
Richiedilo all'editore
Acquistalo su Internet Bookshop

Dissolvenza incrociata (Fògola, 2002)

Nel gergo del cinema, la "dissolvenza incrociata" è quel processo che consente a un'immagine di sbiadire a poco a poco lasciandone affiorare un'altra; ma può anche indicare uno stato d'animo in cui si sovrappongono e si confondono fra loro due situazioni, due persone o due sentimenti diversi. E' quello che succede a Scarlet, una grintosa ragazza torinese dagli occhi verdi e dai capelli rossi...

L'incipit: "Scarlet Allara non era una bellezza..."
Le recensioni
Acquistalo su Internet Bookshop

Storia di sesso e di fumetto (Mare Nero, 2001)

Storia di sesso e di fumetto Un romanzo breve che racconta le spassose e paradossali vicende di Bonaventura Coluzzi, un editore di "fumetti per adulti" negli anni Settanta che viene coinvolto in prima persona nel mondo scatenato, violento e sessuomane dei suoi personaggi.
L'incipit: "L'edificio sorgeva alla base di un erto pendio collinare..."
La prefazione
L'indice
Le recensioni
Acquistalo su Kindle Store

Giallo antico (Fògola, 1999)

Giallo anticoUn laureando in storia del cinema e una professoressa di lettere si incontrano nella Torino di oggi, e attraverso una serie di indizi ricostruiscono una vicenda di quasi cento anni prima riguardante due personaggi realmente esistiti nella Torino dell'epoca: lo scrittore Emilio Salgari e il regista di "Cabiria", Giovanni Pastrone. Il dubbio è: Salgari si è veramente ucciso, o è stato assassinato?
L'incipit: "Si udivano da qualche parte, in distanza, i latrati di un cane..."
L'indice
Le recensioni
Acquistalo su Internet Bookshop


Un posto al buio
(Biblioteca del Vascello, 1994 e Robin, 2000)

Un posto al buio Una commedia gialla sul genere di "La donna della domenica" di Fruttero e Lucentini. La vicenda, non priva di venature "noir", parte da una situazione reale: nel centro di Torino è stata distrutta da un incendio una grande sala cinematografica e stranamente, da alcuni anni, il locale è chiuso e abbandonato. Eppure i potenziali acquirenti non mancano...
L'incipit: "Era, naturalmente, una notte buia e tempestosa..."
L'indice
Le recensioni


webmaster: flavia e alberto farina | COPYRIGHT 2002-2016 corradofarina